Svegliatevi, ecco il vostro nemico!

conosci-nemico-post

Mi sono seduto in silenzio, fissando una Bibbia aperta. La “sveglia” che proveniva dalla Parola di Dio non avrebbe potuto essere più chiara: abbiamo un nemico che vuole farci a pezzi e consumarci come carne fresca. “Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare” (I Pietro 5:8).

Avevo un motivo personale per concentrarmi su questo brano. Di recente, mio figlio Dave aveva sperimentato un attacco demoniaco prolungato e fisicamente tangibile. Un gruppo di cristiani di questo luogo, con esperienza in materia, lo aveva aiutato in modo eccellente, e in breve tempo la sua vita era drasticamente cambiata. Il risultato è stato sorprendente, tuttavia dentro di me mi chiedevo se tutti i loro metodi fossero stati tratti direttamente dalla Bibbia. Quei credenti hanno gentilmente condiviso con me i loro testi di base, e ho deciso di studiarli a fondo. Un processo che ha richiesto diversi mesi, e la mia ricerca infine si è spinta ben oltre la loro iniziale lista di libri.

Dopo aver valutato decine di libri sull’argomento, sono giunto alla conclusione che i libri credibili e comprensibili sulla guerra spirituale sono estremamente rari. Eppure la necessità di testi del genere è grande, e altresì urgente. Così ho deciso di cercare la guida di Dio per scrivere un libro, facile da leggere, sull’argomento. Un libro che avesse una sola fonte: la Parola di Dio, la Bibbia, e non andasse oltre quanto è scritto.

Sono contento di averlo fatto perché nel processo ho scoperto tante cose riguardo Satana, l’avversario della nostra anima! Confido che anche voi possiate scoprirle mentre leggete questi capitoli.

Il conflitto dalla prima all’ultima pagina delle Scritture

Il combattimento spirituale è uno dei grandi temi della Bibbia, rilevante in ogni tempo e fondamentale nel suo significato. La narrazione su Satana e i demoni si estende dalla prima all’ultima pagina della Bibbia, partendo da Genesi 3 e concludendosi in Apocalisse 20. Nell’intero svolgersi di tutte le Scritture, centinaia di versetti presentano intuizioni sorprendenti, e in questo libro farò riferimento alla maggior parte di questi.

La Bibbia mette in guardia dall’ignorare le macchinazioni di Satana, poiché per lui il modo più semplice per “metterci nel sacco” è ingannarci con menzogne circa la sua inesistenza, o farci credere che non operi macchinazioni contro di noi, oppure che questi non siano argomenti rilevanti. Satana, invece, esiste, ed è all’opera. Gesù lo sapeva per certo. Egli credeva nell’esistenza personale di Satana e dei demoni, e anche noi dovremmo farlo. Se mettiamo la testa sotto la sabbia, come il proverbiale struzzo, diventiamo completamente indifesi contro questi predatori.

La Bibbia definisce il diavolo “il vostro avversario”. Un avversario è un oppositore, un antagonista, un combattente, un nemico. È importante notare che quando dobbiamo resistere a questo nemico, la Bibbia impiega spesso il linguaggio del conflitto armato, senza mai distinguere tra i sessi. La Prima lettera di Pietro è stata scritta per i credenti, uomini e donne, giovani e anziani. Se siete cristiani significa che il diavolo è vostro nemico, e quel “chi” che il leone ruggente cerca di divorare siete voi: “Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare” (I Pietro 5:8). Nelle pagine che seguono utilizzerò più volte le parole voi e vostro, per aiutarvi a ricordare questa realtà.

Considerate I Pietro 5:8 come la vostra “sveglia spirituale” sull’argomento, e fate vostro questo versetto. Quel “vegliate” deve risuonare forte e chiaro ai nostri orecchi spirituali. Satana, dal canto suo, non sta scherzando in questa battaglia. Per secoli, gli studenti dell’arte della guerra hanno capito che la prima e migliore strategia di battaglia è: conosci il tuo nemico. È un fatto accertato che prima di entrare in battaglia si deve essere pronti a riconoscere chi, e che cosa, state affrontando. Nel nostro caso, questo non è un compito facile. Il vostro nemico è composto di spiriti senza corpo, fisicamente invisibili e maestri di mimetizzazione spirituale: “Anche Satana si traveste da angelo di luce” (II Corinzi 11:14). Per quanto a volte possa essere difficile identificare Satana e i demoni, non v’è dubbio che siano nemici formidabili: “Il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti” (Efesini 6:12). Essi hanno poteri straordinari e preternaturali che possono facilmente superare i nostri.

Buone notizie

Ci sono buone notizie riguardanti la battaglia contro Satana. Iniziano con il riconoscimento che Gesù Cristo ha sconfitto l’intero regno delle tenebre mediante la Sua vita, morte, risurrezione e signoria. Infatti, fu soprattutto la Sua morte che ci ha liberati. Questo è chiaramente affermato in Ebrei 2:14, 15 dove è scritto: “Poiché dunque i figli hanno in comune sangue e carne, egli pure vi ha similmente partecipato, per distruggere, con la Sua morte, colui che aveva il potere sulla morte, timore della morte erano tenuti schiavi per tutta la loro vita”. Sì, c’è uno scontro cosmico, e noi ci troviamo proprio nel mezzo di questo conflitto. Sì, abbiamo bisogno di essere equipaggiati al fine di riconoscere il nemico e resistergli. Ma con la Sua morte, Cristo ha distrutto il diavolo e liberato tutti i credenti dalla morsa del nemico. Se siete uniti a Gesù con fede genuina, la Sua vittoria è anche la vostra vittoria.

In ultima analisi, le buone notizie riguardo alla battaglia contro Satana si trovano nella insuperabile gloria di Gesù Cristo: “Trovato esteriormente come un uomo, umiliò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce. Perciò Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni nome, affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra, e sotto terra, e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre” (Filippesi 2:8-11). Per quelli che sono in Cristo, lo splendore della Sua gloria brilla luminosissimo contro lo sfondo più cupo del regno delle tenebre. Imparando a conoscere Satana possiamo gioire, perché la sua esistenza esalta la gloria di Cristo e ci permette di amare, apprezzare e onorare Gesù molto più di prima, ora e per sempre.


Estratto da “Conosci il Tuo Nemico”
– Clicca sull’immagine per ordinare -