I DISCEPOLI FURONO CHIAMATI CRISTIANI

I DISCEPOLI FURONO CHIAMATI CRISTIANI

14,00

I DISCEPOLI FURONO CHIAMATI CRISTIANI

14,00

Che cosa significa essere cristiani oggi? E in particolare in Italia?

Dovrebbe essere chiaro! Eppure, ogni epoca sente l’esigenza di riscoprire nuovamente il significato.

Nel libro gli autori tentano una ricostruzione fenomenologica dell’appellativo. Si può essere cristiani nel nome, nei fatti, nel cuore. Dall’altro lato rintracciano i riferimenti al cristianesimo in alcuni passaggi e pensatori della cultura italiana ed europea.

Emerge che l’essere cristiani, in Italia, è una condizione che oscilla tra il riconoscere di non potersi non dire cristiani (Croce) e il pretendere di dirsi cristiani con formule del tipo: «sono x, sono y, sono CRISTIANO!»

Ma che cosa ha significato il momento in cui: «i discepoli furono chiamati cristiani» (At 11:26)?

COD: 3384 Categoria:

Dettagli Prodotto

Descrizione

INDICE

Prefazione

 

(Giacomo Carlo Di Gaetano)

Parte I – Cristiani nel nome, cristiani nei fatti cristiani nel cuore

Introduzione

01. Cristiani nel nome

02. Cristiani nei fatti

03. Cristiani nel cuore

 

(Valerio Bernardi)

Parte II – L’aria che “respiriamo”

04. Alcune note sull’ambiente culturale dell’Europa e sul suo “cristianesimo”

05. Credere e non credere nella cultura italiana del XX e XXI secolo: alcune considerazioni

 

GLI AUTORI

Giacomo Carlo Di Gaetano, Dottore di ricerca in Filosofia della religione, si è occupato di epistemologia religiosa e di storia del pensiero cristiano. È Presidente dell’Associazione Edizioni Gruppi Biblici Universitari.

Valerio Bernardi, insegna Storia e Filosofia presso il Liceo Classico “O. Flacco” di Bari ed è incaricato di insegnamenti di area antropologica presso l’Università di Matera.

Informazioni aggiuntive
Peso0.221 kg
Dimensioni13.5 × 21.5 cm
Autore

,

Pagine

ISBN